Blog

Davide Oldani e la sua cucina Pop

13 nov 2015 - scritto da

Lo chef stellato Davide Oldani

Ovvero etica, con materie di stagione e di qualità, a prezzi accessibili. Lo chef stellato si racconta a Lodishop: si dice entusiasta di Expo e confessa che odia chi “ha remato contro” e… i codardi anonimi sui social network

Sguardo penetrante, elegante e sexy al punto giusto. Se non bastasse, brillante e pure artista in cucina, tanto da aggiudicarsi la prestigiosa Stella Michelin e da essere nominato Expo Ambassador. Lo chef Davide Oldani è un “figo POP”, come si definisce senza falsa modestia lui stesso in uno dei capitoli del suo ultimo libro Pop, Food. La cucina non regionale in Italia (ed. Feltrinelli). E come non dargli torto? Anche se, togliendo subito i panni del presuntuoso, aggiusta il tiro e spiega che, se da un lato cura il suo aspetto con outfit di tutto punto, dall’altro si sente come la sua cucina: pop, cioè umile, legata alla tradizione e alla portata di tutti. Giunto a Lodi all’evento Le Forme del Gusto, concede un’intervista a Lodishop.

Davide, cos’è il pop in cucina?
Il buono, il semplice, l’attuale. Pop è un dare un valore aggiunto al cibo. Pop è rispettare le stagioni e fare scelte etiche in cucina. Pop è consentire l’accessibilità, anche economica, a tutti.

Sei Expo Ambassador. Credi che Expo sia stata una grande fiera o ne sono davvero usciti messaggi utili per nutrire il pianeta?
Certo che ne sono usciti. Il cibo è stato trattato sotto mille punti di vista. Ma soprattutto Expo è stato un grande successo per l’Italia e ha dimostrato che noi italiani, quando ci mettiamo, sappiamo fare le cose anche meglio degli altri. Abbiamo superato i 20 milioni di visitatori e a questo punto, tutti quelli che hanno remato contro fin dall’inizio staranno finalmente zitti.

Assomiglia al #ciaogufi di Renzi, no?
Esattamente!

Oggi a Lodi, hai portato anche la tua bellissima bimba Camilla Maria, poco più di un anno. Com’è andata con lo svezzamento? Come si comporta a tavola?
A dire il vero lo svezzamento l’ha seguito mia moglie. Per me è importante che impari a assaggiare di tutto, in base alle indicazioni del pediatra. Anche a lei, proponiamo solo prodotti di stagione, la natura in ogni momento sa darci tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno.

Sei un fan del biologico?
Non per forza. Il biologico in generale va benissimo. Ma basta comprare sempre alimenti freschi e imparare a leggere bene le etichette!

Alta cucina, chef e tv. Triade azzeccata?
Sì, tutto torna. La combinazione funziona bene. Si fa spettacolo e divertimento nel rispetto dei ruoli. E poi lo spettatore ha sempre il telecomando in mano. Se non gradisce, cambia canale.

Com’è il tuo rapporto con i social network?
Li uso, con moderazione. Io in fondo, faccio un mestiere artigiano. Anche se c’è una cosa che non sopporto. I codardi che ti criticano nascosti dietro la tastiera, attraverso profili anonimi. Io sono sempre al mio ristorante. Se qualcuno ha qualcosa da dirmi, citofona e io esco di persona. Sui social, così come nel mondo dei food blogger, è più facile nascondersi.

Sappiamo che la cucina era il tuo piano B, volevi fare il calciatore e ti sei fermato per un infortunio. Assodato che la tua via di fuga è stata un successo, il calcio è ancora la tua passione?
Ora che l’Inter vince sì. Anche se poi nel tempo libero ho riscoperto la passione per la bici.

A tavola, se ti concedi una trasgressione cosa scegli?
A volte sbaglio e mangio un po’ di più. Abbondo con la quantità, ma non vorrei trasgredire. Non si dovrebbe, insomma… (e la conferma arriva dalla sua forma fisica: un metro e 88 cm per 76 kg di peso… ndr.).

D’O: il regno di Davide Oldani

Se a questo punto vi immaginate un ristorante super esclusivo in pieno centro a Milano vi sbagliate. Le origini di Davide Oldani sono ben radicate in quel di san pietro all’olmo, a cornaredo (periferia nord di Milano), dove si trova il suo ristorante D’O. Praticamente un fortino dove custodisce e preserva gli alimenti della nostra tradizione, esaltandoli in piatti inediti. Da provare la cipolla caramellata e il riso allo zafferano (solo riso, zafferano e acqua!).

www.cucinapop.do ŸŸŸ tel. 02 9362209