Blog

Il “Grande Fratello” della strada

31 ott 2014 - scritto da

In alcuni Comuni italiani è arrivato “Targa System”, il nuovo strumento tecnologico per individuare veicoli non assicurati, non revisionati o rubati

I furbetti della strada ora dovranno fare i conti con un nemico in più. Uno strumento tecnologico spietato, preciso e assai efficace. Il suo nome è “Targa System”, ha debuttato lo scorso agosto a Ciampino, alle porte di Roma, e in sole due ore di attività ha comminato oltre 100 multe tra le circa 600 auto controllate.

Un sistema innovativo, progettato per corpi di polizia e forze dell’ordine, capace di individuare in tempo reale i veicoli in transito privi di copertura assicurativa, senza revisione, rubati o oggetto di sequestro amministrativo. Insomma, un vero e proprio “Grande Fratello” pronto a vigilare su tutte le irregolarità degli automobilisti, come in un romanzo di Orwell.

Il suo funzionamento è molto semplice: grazie ad una telecamera che riprende tutti i veicoli in transito, il programma installato su un computer portatile legge la targa dei mezzi ed effettua in simultanea controlli incrociati nelle banche dati del Ministero dell’Interno e dei Trasporti.

Nel giro di 3-4 secondi sul computer vengono segnalate eventuali anomalie, che permettono ad una pattuglia posizionata a qualche centinaio di metri di distanza, collegata con un tablet, di fermare i veicoli che risultano irregolari per il sistema e procedere al controllo dei documenti.

Oltre alla telecamera e al collegamento con le banche dati, il sistema, è composto infatti da un computer portatile e da un tablet in dotazione alle due pattuglie in servizio, che in contemporanea hanno la possibilità di vedere l’immagine del veicolo e la targa, anche di notte.

Le sanzioni per i trasgressori? Salatissime. Per i veicoli senza copertura assicurativa è di 841 euro, con sequestro del mezzo finalizzato alla confisca, di 168 euro per i mezzi senza revisione e di 1988 euro per i veicoli che circolano anche se sottoposti a sequestro. Attualmente sono 26 i Comuni italiani che si sono dotati del Targa System (per ora nessuno del Lodigiano) e in molti altri entrerà in vigore a breve.